Aspetto un bambino e ho ansia! Da dove viene?


L' arrivo di un bambino porta con sé emozioni intense: gioia, sorpresa, felicità ma anche ansia, smarrimento e preoccupazione. E' normale che tutto ciò avvenga, la donna inizierà a cogliere cambiamenti profondi, frutto di modificazioni corporee ed ormonali. Cambiano le sue emozioni, i suoi pensieri, i suoi comportamenti e le sue relazioni, per accogliere un nuovo esserino e prepararsi alla sua accoglienza. A volte le emozioni possono essere ambivalenti, insostenibili e inaccettabili e le emozioni stesse possono essere fonte di ansia. I motivi per cui una donna può provare ansia in gravidanza sono svariati, legati a

  • la salute del bambino, le anomale fetali e le diagnosi infauste

  • la perdita del bambino, l'aborto o il parto prematuro

  • la paura della morte endo-uterina del bambino

  • la paura del parto, specifiche preoccupazioni sul dolore e sul parto naturale o parto cesareo

  • il tuo benessere quando la gravidanza è a rischio o ci sono patologie materne

  • la paura di morire

  • la paura di avere depressione post parto

  • la propria immagine corporea, l'aumento del peso, provare vergogna per come appare il corpo

  • l'inadeguatezza dell'essere madre e il ruolo materno

  • il senso di fallimento per non avere un buon legame con il bambino

  • la preoccupazione di essere criticata per le tue capacità materne

  • la paura della SIDS o quella relativa alla salute e alla sicurezza del bambino

  • Il supporto insufficiente o la sensazione di non avere il controllo sulle decisioni importanti

  • reazioni ed emozioni avverse rispetto il sesso del bambino

  • la separazione precoce dal bambino in ospedale

  • le responsabilità economiche del crescere un bambino

  • la disoccupazione e l'impegno o rientro lavorativo e i problemi di casa

  • il timore di isolarti e perdere la tua rete sociale

  • la perdita della libertà, il cambiamento nella coppia e il coinvolgimento della famiglia di origine o dei genitori del tuo partner

Sapere che è normale provare stress o hai delle buone ragioni per essere cosi preoccupata, per molte donne è rassicurante. La maggior parte però fa molta fatica a contenere questa emozione, che a sua volta, scatena come domino ulteriori emozioni negative. Parlarne con le persone di fiducia ti aiuterà a non isolarti e assorbirti dai i tuoi pensieri pessimisti, a mettere in ordine i fatti che hanno scatenato la tua ansia e organizzare meglio le tue prossime scelte o decisioni. Puoi fare una scala delle tue preoccupazioni o paure più importanti, per decidere a che cosa darai priorità e dedicherai le tue energie per stare meglio e che tipo di supporto hai bisogno per riuscirci.

Una volta capito come ti senti, chiedi esplicitamente quello che hai bisogno dalle persone famigliari, anche il tuo ginecologo può rassicurarti e indirizzarti eventualmente ad altri professionisti di salute mentale.

Se desideri trovare spunti per alleviare la tua ansia e imparare a rilassarti guarda qui. Se invece ti serve capire da dove viene la tua ansia e ricevere un sostegno più mirato e completo per riuscire a vivere senza che lo stress domini cosi tanto la tua vita e comprometta il tuo equilibrio mentale mi puoi trovare qui.

Fonti:

I Disturbi D'Ansia nel Periodo Perinatale. Slides a cura del Dott. Giampaolo Perna, Psichiatra.

Pregnancy Related Anxiety: a concept analysis

Foto: Dal web

#gravidanza #maternità #ansia #Anxiety #AnsiaPerinatale #paura #preoccupazione #libertà #bambino #diagnosiinfausta #pauradelparto #benessere

Featured Posts
Recent Posts
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook Black Square
  • Twitter Black Square
  • Google+ Black Square

Dott.ssa Eleni Drakaki

3490774385 | email: elenidrakaki.epsy@gmail.com

Via Gioacchino Rossini 5F, Monzambano (Mn) | Via Sergio Failoni 3, Verona | Vicolo Santa Maria 12, Mantova

C.F:DRKLNE86R41Z115H | P.I:02441930209