Sostegno alla Genitorialità

Per comprendere un bambino si deve comprendere il legame con il suo genitore. Il singolo evento o problema interattivo non può influenzare in modo determinante la traiettoria evolutiva del bambino verso la salute psicologica o una sua compromissione. E' l'esposizione cronica del bambino allo stato mentale del genitore nel corso di migliaia di eventi e scambi interattivi quotidiani a determinare il modo in cui il bambino costruisce strategie evolutive e relazionali.

Oggi sappiamo che i bambini sono fortemente motivati a adattarsi, nel bene e nel male, alle strategie relazionali dei genitori per mantenere con chi si prende cura di loro il legame che è così fondamentale per la loro crescita e sicurezza.

Sono qui con te!

Come posso aiutarvi

Partendo  dal presupposto che tutti i comportamenti umani hanno un  significato e che sotto tutti i comportamenti negativi del tuo figlio c'è un bisogno legittimo, il mio intervento sta nel facilitare lo spostamento da ''Che cosa vuole da me?'' a ''Ora capisco di che cosa ha bisogno!''

Le strategie che uso hanno lo scopo di aiutarti a riconoscere, il contesto, lo scopo e la funzione del comportamento del tuo bambino che fino ad'ora ti sembrava negativo, inaccettabile, dannoso o ingestibile. 

Successivamente capiremo insieme i bisogni che comunica tale comportamento, come vengono mascherati dalla parte del bambino e come vengono fraintesi da te. Dopodiché inizieremo a lavorare sulle tue difficoltà di gestire le emozioni che suscita in te la situazione e sulle tue sensibilità che ti inibiscono ad essere un genitore emotivamente responsivo e normativo quando necessario. Alla fine del nostro lavoro avrai acquisito  strumenti sia sul piano del saper fare, sia del saper essere che ti rendono competente a soddisfare i bisogni di tuo figlio e a creare un legame fra voi due basato sulla sicurezza anche quando attraversate momenti difficili.

Difficoltà

Il sostegno genitoriale è rivolto a tutti i genitori (anche adottivi o affidatari) che incontrano difficoltà quando:

  • il bambino teme la separazione

  • ci sono problemi legati all'aggressività nel bambino

  • il bambino difficilmente si calma dopo eventi stressanti

  • ci sono problemi scolastici o problemi di condotta

  • il bambino ha poca autostima

  • il bambino viene rifiutato dai pari

  • il comportamento del bambino viene spesso caratterizzato capriccioso e fastidioso o passivo e timido

  • il bambino fatica a regolare le sue emozioni

  • il bambino soffre di malattie croniche o psicosomatiche

Durata e costi

La presa in carico inizia con il primo incontro svolto a inquadrare il problema in termini relazionali e stabilire un obbiettivo introduttivo. Seguirà un incontro psico educativo e l' assessment sulla percezione genitoriale e i nuclei problematici attorno ai quali si definirà e si costruirà il piano d'intervento. Solitamente l'unico vero aspetto da considerare per la durata di un percorso è l'obiettivo che si vuole ottenere. Alcuni genitori necessitano un percorso  più strutturato e approfondito, dai 10 ai 20 colloqui e altri dopo qualche colloquio hanno già ricevuto risposte soddisfacenti e si sentono migliorati. Il costo dei colloqui varia dai 50 ai 80 euro. Facilitazioni e sconti sono disponibili per agevolare la collaborazione e l'aderenza al processo con chi ne ha bisogno.


Come iniziare
Se quanto hai letto ti sembra possa fare per te e stai considerando la consulenza genitoriale, ti prego di contattarmi al num. 3490774385 per una chiamata conoscitiva  oppure scrivendomi una mail a elenidrakaki.epsy@gmail.com. Ti risponderò entro 24h per fissare un' appuntamento.